Nasce il blog Adozione in corso”

Sono lieta di annunciarvi la nascita di Adozione in Corso.

Il nuovo blog porta con sé il bagaglio di Scrivendo Digitale, con tutti i suoi articoli di grande valore umano e con tutte le testimonianze raccolte. La mission è sempre la stessa, quella di diffondere la cultura adottiva.

Ho deciso di avviare un restyling del blog per dargli un nome che esprimesse la vera essenza di questo progetto.

Continuo a scrivere un blog dedicato all’adozione per parlare alle famiglie che stanno facendo il loro percorso, nell’attesa di realizzare il loro sogno di famiglia, o a quelle che hanno già vissuto l’emozione dell’incontro e che giorno per giorno vivono l’adozione come una continua crescita. Non solo, Adozione in corso è dedicato ai figli adottivi perché abbiano uno spazio dove potersi esprimere con la loro esperienza.

Perché il nome Adozione in corso?

Tutto è partito dal messaggio che volevo trasmettere e che intendo divulgare, “L’adozione è per sempre”. La condizione adottiva dura per tutta la vita, non ha un “The End” ma è un continuo evolversi nel tempo. Il bagaglio di un vissuto adottivo è più leggero o più pesante a seconda della fase della vita che si sta vivendo. Ci sono momenti in cui l’adozione fa più rumore, mentre in altri rimane in silenzio. E’ proprio questo che emerge parlando con i figli adottivi.

Il secondo passo è stata una ricerca online delle parole chiave, utilizzate dagli utenti su Google per fare ricerche sull’argomento. Questa fase è frutto di una deformazione professionale ( sono un’assistente virtuale specializzata nella scrittura per il web e ho fondato Scrivere Digitale) ed è molto importante perché il blog possa essere facilmente trovabile online, altrimenti come la facciamo questa cultura adottiva?!

Infine, ho scritto un po’ di nomi papabili e ho scelto Adozione in corso, per esprimerne il senso di continuità. Il percorso che inizia e non finisce mai.

Ti piace questo nome?

Continua a leggere per sapere di cosa parlerò nei prossimi articoli.

Cosa bolle nella pentola del nuovo blog ?

Oggi ho ricevuto in dono il racconto di una giovane donna, una figlia adottiva che attende di compiere 25 anni per avviare la sua ricerca delle origini. Abbiamo chiacchierato delle nostre esperienze e ho provato ad immaginare mio figlio alla sua età, con le sue domande e il suo desiderio di sapere. Sul nuovo blog leggerete un articolo dedicato a questo pomeriggio emozionante e troverete tutti gli articoli scritti qui, su Scrivendo Digitale ( il trasferimento dei contenuti è già completo).

Continua anche nel 2017 il progetto Adozione e Scuola. In programma l’intervista alla maestra Francesca sul tema “Linee d’indirizzo per il diritto allo studio dei minori adottati”.

Poi, nelle prossime settimane una nuova testimonianza, quella di una mamma adottiva conosciuta durante il mio percorso professionale.

Inoltre, per la sezione dedicata ai libri sull’adozione, ho nella mia tabella di marcia due recensioni. Si tratta di testi editi da ETS per la collana Genitori si diventa:

  1. “Qualche volta di può – Superare le barriere e affrontare le emozioni con l’aiuto dei libri” di Monica Nobile e Marina Zulian.
  2. “Una scuola aperta all’adozione, alla luce delle Linee di indirizzo per il diritto allo degli alunni adottati” di Anna Guerrieri e Monica Nobile

ad-1238450_1280

Comincia a seguirmi su Adozione in corsoOra, ti confesso che sul nuovo blog ci sono ancora alcuni lavori in corso, però gli articoli sono leggibili e condivisibili sui tuoi canali social. Magari per iniziare mettilo tra gli indirizzi web preferiti!

 

Se hai consigli per il nuovo blog, domande o una storia da raccontare, scrivimi!

Dietro le quinte di “Scrivendo digitale”

Nelle ultime settimane ho lavorato dietro le quinte di “Scrivendo Digitale – il blog di una mamma adottiva”. Ho progettato nuovi articoli, concordato interviste e testimonianze per arricchire questo spazio dedicato all’adozione, di nuovi spunti di riflessione. Prossimamente, potrete leggere nuovi post e insieme potremo discuterne insieme.

Un’importante news che vi anticipo riguarda il nome stesso di questo blog. Era nato come il mio angolo dedicato alla scrittura, poi ha cambiato identità, con l’intento di diffondere la cultura adottiva e diventare uno spazio di condivisione per tutte le famiglie che scelgono l’adozione e per gli stessi figli, veri protagonisti di queste storie.  Qui, raccontavo il mio “perché parlare di adozione”. Ora, sto lavorando al restyling ma l’obiettivo non cambia.

Nelle prossime settimane, sarà online la nuova versione di questo sito web. Troverete i vecchi articoli e potrete continuare a seguirmi, oltre che a scrivermi per condividere le vostre esperienze. Il restyling riguarderà principalmente il nome. Mi sono lasciata ispirare da una frase che spesso dico a mio figlio quando gli racconto la storia della cicogna:

La nostra storia dura per sempre…

Come l’adozione, che dura tutta la vita.

Continua a seguirmi e ti aggiornerò appena sarà pronto il nuovo sito web. Il nuovo nome te lo svelerò la prossima volta.

 

Adozione è per tutta la vita

“Adottare è accogliersi, l’uno nel cuore dell’altro.”

Così comincia l’articolo dal titolo “Ci siamo adottati” che ho scritto per la rivista Giovani Genitori. E’ il racconto di quattro storie emozionanti, di quattro famiglie adottive che si sono aperte e confidate, aprendomi il loro cuore. Mi commuovo ogni volta, quando sento vibrare le emozioni nella voce di chi si racconta.

Io, mamma adottiva

Tenere per la mano mio figlio, annodando le nostre dita, abbracciarci forte e guardarci profondamente negli occhi mi fa battere il cuore. Raccontargli la storia della cicogna, scrivere il suo diario, riempire il suo album fotografico e curare la scatola dei ricordi sono tutti piccoli gesti per dar forma al puzzle della nostra storia.

Proprio ieri ho ripreso in mano alcune pagine di appunti che avevo riposto da tempo nel cassetto, per un futuro libro forse. Mi sono fermata a pensare al imagenostro primo incontro e a raccontarlo.

Il vortice di emozioni è stato talmente forte che mettere nero su bianco quello che ho provato è stato molto difficile. Uno dei ricordi a cui ho voluto dar voce è stato quello del nostro primo sguardo.

Ero davanti a mio figlio per la prima volta ed ero immobile.                        Credo di aver smesso di respirare davanti ai suoi meravigliosi occhi.

Il blog

Quando penso al primo sguardo con mio figlio, quello che ha dato inizio al nostro innamoramento, pulsa dentro di me il desiderio di continuare a curare questo blog, parlando di noi e di altre esperienze adottive, di argomenti più tecnici legati al cammino adottivo, dando voce ad esperti, che con il loro contributo ci permettono di avere un punto di vista più oggettivo.

L’adozione è per tutta la vita e tutti i protagonisti, ciascuno per la propria storia individuale e di famiglia, possono dare il proprio contributo, per diffondere la cultura adottiva che va oltre i luoghi comuni che si sono consolidati nel tempo.

Contattami!

Ti lascio con questa domanda: cosa è per te l’adozione?

Lasciami il tuo commento nello spazio a te dedicato e titolato “Rispondi”. Grazie!