Chi ha scelto il tuo nome?

Certe domande sai che prima o poi possono arrivare, eppure quando si presentano lasciano una sensazione di stordimento.

Proprio l’altro giorno, mentre con mio figlio percorrevo il cortile del palazzo dove abita la nonna, abbiamo incrociato una signora che non vedevo da tempo e che conosco di vista. Il mio piccolo uomo con la sua solare curiosità l’ha fermata e le ha chiesto:”Chi sei?”. La donna sulla sessantina lo ha guardato e ha risposto :” Tu chi sei? Come ti chiami?”. Mio figlio quindi si è presentato, come sempre, pronunciando fiero il suo nome e la signora ha rilanciato la conversazione chiedendogli:” E questo bel nome chi te lo ha dato, mamma o papà?”.
A quel punto il  mio sguardo si è  raffreddato, il mio respiro è rimasto  sospeso e incapace di continuare. Non ho saputo dire nulla, ho fatto cadere la domanda e ho posato i miei occhi su mio figlio, che nel frattempo era rimasto in silenzio. Non era da lui.

Dentro mi sono sentita colpevole per non aver saputo dire niente, ma cosa avrei potuto dire? Quella donna che conosco di vista e che non credo sappia della nostra storia adottiva, ho pensato non meritasse di sapere alcun dettaglio. Rispondendo io al posto di mio figlio, avrei dovuto argomentare una spiegazione, che io e mio marito  daremo solo a lui e quando lo riterremo opportuno.

puzzle

Sono rimasta infastidita da quella domanda, perché è un mattoncino che ancora non abbiamo posato nella storia della cicogna. Mi ha colpito leggere nello sguardo di mio figlio quella sensazione di spaesamento, come se dentro di lui si dicesse:” oh oh questa cosa non la so, chissà chi avrà scelto il mio nome”. Forse perché quel pezzetto della sua storia, che conosce, l’ha già fatta sua e quella tessera del puzzle non c’era nel mucchio. Quel suo silenzio ha fatto un gran rumore nel mio cuore.

Dopo aver salutato la signora abbiamo proseguito e siamo andati a pranzo dalla nonna, riprendendo da dove avevamo lasciato, dai saltelli di canguro e dai passi di elefante. Che passi pesanti gli ultimi!

Dopo qualche ora, a casa con papà, ho provato a riprendere l’argomento per vedere se, stimolandolo con il ricordo della signora, aveva qualche domanda da fare o qualcosa da dire. Nulla! Nemmeno si ricordava della signora, pare.

Vi siete mai trovati in situazioni come quella che ho vissuto io?

Nel frattempo, sto cercando di cucire una morale per questa storia. Credo possa trovarsi in un pensiero che ho appreso di recente, secondo il quale anche dove non c’è una risposta, l’importante è dimostrare di esserci per parlarne. Credo di averlo fatto riprendendo il discorso la sera, anche se sembrava non ricordare più nulla.
Cosa ne pensi?

Annunci

2 pensieri su “Chi ha scelto il tuo nome?

  1. Ho sempre amato scegliere i nomi, sin da quando ero bambina e sceglievo i nomi per le bambole. Così, bella baldanzosa, dicevo alle mie amichette che, se avessi avuto una bimba, (ovviamente femmina) l’avrei chiamata con i miei nomi preferiti (una lista di circa 10 nomi manco fosse una principessa!)
    Poi mi sono sposata e, da sognatori, abbiamo accennato più volte ai nomi preferiti in caso di arrivo di un bimbo. Poi però i bimbi non arrivavano e, col tempo, abbiamo fatto domanda di adozione, così il discorso dei nomi preferiti si è spento per non metterci il cuore sopra (ci si deve pur tutelare in qualche modo), e anche un po’ per scaramanzia.
    Poi un giorno, dopo 4 anni e mezzo di attesa, veniamo chiamati da una giudice che ci dice che una bimba ci sta aspettando. Una bimba! Sono mamma!
    Sono stordita, ma riesco ancora a sentire la giudice che posegue il suo discorso e ci dice che ha solo 17 giorni, che è nata in Italia, che è bellissima e che, essendo non riconosciuta alla nascita, ha un nome e un cognome dati di default. “Quindi cari mamma e papà, potete scegliere il nome per la vostra bambina”.
    Alt. Un momento. Ha detto che possiamo scegliere il nome?
    Usciamo rintronati dalla gioia e mentre attraversiamo la strada un pensiero ci assale: “e come la chiamiamo?” Non sono ancora finite le strisce che cerco di raggruppare tutti gli zuccheri e farli arrivare al cervello e dico a mio marito: che ne dici di A.?
    Ed è così che A. è diventata la NOSTRA A.
    Poi A. ha iniziato a fare domande e noi belli fieri possiamo rispondere che abbiamo scelto questo nome per lei. Anzi, ha anche un secondo nome, uguale al mio secondo nome che era di mia nonna, insomma, un pezzettino della famiglia che si tramanda di madre in figlia. E di questo ne va molto fiera.
    Ma… e quel nome di default? A. non ne sa niente perchè ovviamente quel nome ormai da anni non compare più (e chi ha adottato tramite adozione nazionale ne ha dovuto fare i conti con i vari cambi di codice fiscale con tutto quello che ne comporta….).
    Non ne abbiamo ancora parlato perchè non ce la siamo ancora sentita di raccontarle di un nome e un cognome che qualcuno dietro qualche freddo sportello le ha dato. Meglio parlarle del nome scelto per lei con amore da mamma e papà (almeno per ora); quando sarà più grande e in grado di capire le racconteremo anche questo capitolo.
    Mammaclaudia

    Mi piace

    • Quando siamo stati chiamati per nostro figlio e abbiamo saputo il suo nome, senza sapere chi lo avesse scelto per lui, per noi è diventato il nome più bello in assoluto. Dopo qualche ora parlammo con un’amica che ci ricordò il significato cristiano di quel nome, quale personaggio lo portava e quale era stato il suo viaggio. Ebbene, non sembrava più essere un nome “per caso”..nostro figlio non poteva chiamarsi diversamente. Solo una cosa mi dispiace, credo che questo splendido nome non sia stato scelto dai suoi genitori di nascita.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...